Concorso Welfare che Impresa!

Welfare, che impresa!


La quarta edizione del concorso “Welfare, che impresa!”, online dal 03 febbraio, è promossa da UBI Banca, Fondazione Italiana Accenture e Fondazione Bracco (in qualità di Promotori Fondatori), Fondazione SNAM, Fondazione CON IL SUD e Fondazione Peppino Vismara (in qualità di Promotori Aderenti). È confermato anche per questa edizione il contributo scientifico di AICCON, Politecnico di Milano – Tiresia, a cui si aggiunge Impacton Blueprints Limited, e la partnership tecnica degli Incubatori PoliHub, Socialfare, Campania NewSteel, Hubble-Acceleration Program, G- Factor e Make a Cube.
Il concorso premierà i quattro migliori progetti nei seguenti ambiti:

  • agricoltura sociale
  • valorizzazione del patrimonio culturale, paesaggistico e dell’ambiente
  • restituzione alla fruizione collettiva di beni pubblici inutilizzati o di beni confiscati alla criminalità organizzata per fini di interesse generale e per le comunità locali
  • soluzioni e servizi diretti a rispondere, in un’ottica di generatività sociale, ai bisogni di cura, socio-assistenziali, sanitari, culturali e formativi e/o con il fine di includere soggetti vulnerabili
  • soluzioni e azioni per la salvaguardia e il miglioramento delle condizioni ambientali e climatiche e/o volte a limitare l’apporto di materia ed energia e di minimizzare scarti e perdite nei processi di produzione e consumo.


I progetti dovranno avere come obiettivo primario la generazione di impatto sociale, favorire l’occupazione, in particolare dei giovani e delle categorie svantaggiate, essere promuovibili sul territorio attraverso la creazione di reti, avere una connotazione fortemente tecnologica, consentire l’elaborazione di un piano prospettico di sostenibilità economica, avere già validato la fattibilità e poter esibire un proof of concept o un prototipo.   

Il concorso è rivolto ad Enti Non Profit, startup innovative a vocazione sociale, società benefit, reti associative costituiti da non più di 5 anni. Possono partecipare anche Organizzazioni non ancora costituite, le quali avranno 6 mesi di tempo a partire dalla selezione dei progetti vincitori per formalizzare la costituzione.
Iscrivi subito la tua idea progettuale entro il 27 marzo 2020 sul sito Welfare che impresa!

Ecco cosa prevede la quarta edizione del concorso “Welfare, che impresa!”:

  1. candidatura idee progettuali attraverso la piattaforma ideaTRE60 (con obbligo per i candidati di completare il corso e-learning propedeutico), dal 03 febbraio al 27 marzo 2020
  2. selezione di 12 idee progettuali finaliste, entro il 27 aprile 2020
  3. workshop formativo riservato ai finalisti 05 e 06 maggio 2020
  4. mentorship riservata ai finalisti, nel periodo tra 11 maggio – 11 giugno 2020
  5. giornata di pitch e proclamazione dei vincitori, indicativamente a fine giugno 2020
  6. percorsi di mentorship/incubazione/accelerazione riservata ai vincitori, entro il 31 dicembre 2020.

 
I n. 4 migliori progetti verranno premiati ciascuno con:

  • contributo a fondo perduto pari a € 40.000 al primo classificato e pari a € 20.000 dal secondo al quarto classificato, messi a disposizione da Fondazione Italiana Accenture, Fondazione Bracco, Fondazione SNAM, Fondazione CON IL SUD e Fondazione Peppino Vismara
  • finanziamento a tasso 0% della linea UBI Comunità fino a € 50.000, durata massima di 60 mesi con preammortamento facoltativo di 24 mesi, con intervento del fondo di garanzia di cui alla legge 662/96 qualora ritenuto necessario e subordinatamente alla verifica circa i requisiti di accesso; conto corrente Formula Impresa Non Profit - Linea Online con 36 mesi di canone gratuito messo a disposizione da UBI Banca
  • sessioni di mentorship personalizzate erogate dagli Incubatori

Sono previsti anche due premi speciali

  • plafond non superiore a € 5.000 per la realizzazione di una campagna di crowdfunding da effettuarsi sulla piattaforma ideatre60
  • fase di Project Assessment del valore di € 1.000 propedeutico allo Scaling Program (programma oneroso a carico dell’organizzazione premiata).

Per le condizioni contrattuali si rinvia a quanto indicato nei fogli informativi disponibili presso le filiali di UBI Banca e nella sezione "Trasparenza" del sito. Finanziamento a tasso fisso, TAEG 0%, durata max 60 mesi con eventuale preammortamento max 24 mesi. Concessione del finanziamento soggetta alla verifica dei requisiti di accesso. L'iniziativa ai sensi di quanto previsto dall'art. 6 del DPR 430/2001 non è soggetta alla disciplina delle manifestazioni a premio.